Servizi CAF: Modello 730

CHI PUO’ PRESENTARLO?

Il Modello 730 viene presentato da tutti coloro che hanno un reddito da lavoro dipendente o ad esso assimiliato, in particolare possono inviare il modello tutti coloro che nell’anno precedente a quello di presentazione hanno percepito redditi :

-Di lavoro dipendente e assimilati
-Dei terreni e dei fabbricati
-Di capitale
-Di lavoro autonomo per i quali non è richiesta la partita Iva
-Alcuni dei redditi diversi
-Alcuni dei redditi assoggettabili a tassazione separata

A partire dal 2014 hanno la possibilità di presentare il Modello 730 anche coloro che hanno perso il lavoro nell’anno corrente e che quindi non hanno sostituto di imposta (datore di lavoro) in grado di erogare l’eventuale credito IRPEF, infatti, in tal caso, sarà direttamente l’Agenzia delle Entrate ad assumere il ruolo di sostituto d’imposta e ad erogare il credito spettante. In caso di Irpef a debito si provvederà al pagamento dello stesso tramite modello F24.

QUANDO E COME SI PRESENTA?

Da quest’anno c’è la possibilità di ricevere il modello precompilato che potrà essere accettato così com’è o integrato, rettificato e modificato direttamente dal contribuente o tramite un CAF/Professionista abilitato.

Il Modello precompilato sarà disponibile online dal 15 aprile e il termine ultimo per inviare la dichiarazione è il 07 luglio 

COSA E’ POSSIBILE DEDURRE/DETRARRE?

  • Spese sanitarie incluse quelle per i familiari
  • Interessi passivi per mutui su abitazioni
  • Assicurazioni vita/infortuni
  • Ccontributi volontari, contributi obbligatori, contributi personale domestico
  • Tasse scolastiche
  • Spese funebri
  • Spese veterinarie
  • Erogazioni a vari enti/istituzioni/associazioni
  • Spese di ristrutturazione (36-41-50-65%)
  • Spese per arredo immobili ristrutturati
  • Spese per mobili acquistati tramite “bonus giovani”
  • Fondi pensione integrativi
  • Llocazioni (L.431/98, per trasferimento per lavoro, per studenti fuori sede o giovani, ecc.)
  • Spese sostenute per gli addetti all’assistenza personale nei casi di non autosufficienza
  • Oneri per il risparmio energetico (55-65%)
  • Spese sostenute (ragazzi tra 5 e 18 anni) per l’iscrizione annuale o abbonamento ad associazioni sportive, palestre, piscine
  • Spese per la frequenza di asili nido, spese per scuole di primo e secondo grado, mense scolastiche e rette universitarie

VANTAGGI
Il Modello 730, rispetto al Modello Unico, ha un costo inferiore e evita di code in banca o alla posta, infatti sarà il sostituto d’imposta a trattenere o rimborsare l’importo dovuto direttamente nella busta paga, nella pensione o nel compenso di competenza del mese di luglio/agosto.