Servizi CAF : Modello ISEE

COS’E’ E CHI PUO’ PRESENTARLO?

Il Modello ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) è lo strumento di valutazione, attraverso criteri unificati, della situazione economica di un nucleo familiare.

Può richiederlo chiunque voglia accedere a prestazioni sociali agevolate o vuoglia richiedere particolari condizioni agevolate  per i servizi di pubblica utilità.

QUANDO E COME SI PRESENTA?

E’ possibile presentare la DSU (Dichiarazione Sostitutiva Unica) in qualunque momento dell’anno, ma la scadenza del Modello ISEE sarà sempre il 15 gennaio dell’anno successivo a quello di presentazione.

La Dichiarazione sostitutiva unica può essere presentata:

  • all’ente che fornisce la prestazione sociale agevolata;
  • al Comune
  • ad un Centro di Assistenza Fiscale (CAF)
  • all’Inps esclusivamente in via telematica, collegandosi al sito Internet www.inps,it, nella sezione “Servizi On-Line”

Qualora nel corso dell’anno di validità vi siano mutamenti delle condizioni familiari ed economiche del nucleo familiare il soggetto ha la facoltà di aggiornare/modificare i dati contenuti nella DSU già presentata, presentando una nuova DSU contenente i dati aggiornati/modificati.

Al cittadino che presenta la dichiarazione, viene rilasciata un’attestazione per l’avvenuta presentazione e l’informazione che i dati dichiarati verranno trasmessi entro 10 giorni al sistema informativo dell’ISEE istituito presso l’Inps.

L’Inps rende disponibile al cittadino, direttamente o tramite l’Ente, dove è stata presentata la dichiarazione, una attestazione che riporta i dati che sono stati acquisiti ed il valore ISE ed ISEE.

L’attestazione potrà poi essere utilizzata da qualunque componente il nucleo familiare per richiedere prestazioni sociali agevolate, nonché agevolazioni nell’accesso a servizi di pubblica utilità.

 Per maggiori informazioni leggi articolo

PER QUALI AGEVOLAZIONI SI PUO’ RICHIEDERE?

Il Modello ISEE può essere richiesto per  :

  • l’assegno di maternità
  • rette asili nido e altri servizi educativi per l’infanzia
  • prestazioni scolastiche (libri, borse di studio, ecc)
  • agevolazioni per tasse universitarie
  • prestazioni del diritto allo studio universitario
  • servizi socio sanitari domiciliari, diurni, residenziali, ecc
  • agevolazioni per servizi di pubblica utilità (es. tariffe agevolare Telecom, Enel, ecc.).